MaTHiSiS è un progetto triennale finalizzato a creare un nuovo quadro educativo che consenta la combinazione di nuove tecnologie con la formazione e l’insegnamento formale, non formale e informale. Al centro di queste tecnologie così come si sono sviluppate, c’è il confronto con un numero di alti requisiti, come la non linearità nell’educazione, il dislocamento del sistema di apprendimento in diversi contesti, la collaborazione contemporanea e differita dell’insegnamento, ed infine, ma non ultimo, il riconoscimento dell’influenza dello stato affettivo durante il lavoro cognitivo di apprendimento. Questo riconoscimento dello stato emotivo si costruisce sulle tecnologie esistenti, adattato alle esigenze di MaTHiSiS che si estende su un’ampia area di applicabilità e che si sposta da individui normodotati, con struttura neurologica ordinaria, a persone con necessità speciali sia a scuola che nei contesti lavorativi. Tutto ciò che abbiamo detto sopra sarà verificato e validato in cinque test pilota in tutta Europa, fin dalle nelle fasi iniziali del progetto, in modo da poter utilizzare, il più presto possibile, i feedback e dirigere il progetto sulle reali necessità dell’utente. Infine, proprio per questa interazione di questioni etiche che riguardano i minori e le persone con disabilità   MaTHiSiS sta realizzando una struttura per la valutazione dell’impatto sull’etica e sui dati sentisibili personali di queste nuove tecnologie.